Video

Then lets ride
Yeah all right, lets ride

Then lets ride
Yeah gonna ride
Lets right, all night

Then lets ride
Gonna ride
Lets ride, all night

He'd had would have tried!
(Oh!) He'd would have faced you!
All night long!
Then at last you've gone

He'd had would have tried!
(Oh!) He'd would have faced you!
All night long!
Then at last you've gone

He'd had would have tried!
(Oh!) He'd would have faced you!
All night long!
Then at last you've gone

He'd had would have tried!
(Oh!) He'd would have faced you!
All night long!
Then at last you've gone


25 giugno 2009

L'ipnosi regressiva

L'ipnosi regressiva

Secondo i sostenitori, è una metodologia utile, nel contesto di una psicoterapia, per far riaffiorare dall'inconscio ricordi, eventi o traumi che influenzano la vita presente di un paziente provocando dei problemi psicologici. Il termine "regressiva" sta a indicare che con questa pratica si cerca di stimolare, in un soggetto in trance, la capacità di ritornare indietro nel tempo ricordando esperienze rimosse. Durante la rievocazione intraipnotica il paziente può comunicare contenuti riferibili a presunte vite precedenti. Secondo il parere prevalente di molti scienziati, ciò è attribuibile ad immaginazione, falsi ricordi,suggestione e condizionamento da parte del conduttore che favorirebbe l'emersione nel soggetto di criptomnesie e confabulazioni. Di parere opposto sono invece altri ricercatori quali Raymond Moody, Brian Weiss, Ian Stevenson, Angelo Bona che nella loro pratica clinica affermano di avere riscontrato, durante le regressioni ipnotiche, l'emersione di contenuti riferibili a presunte vite precedenti. Le più antiche pratiche di regressione a vite precedenti compaiono nelle Upaniad, risalenti al 900 a. C.. Patanjali, vissuto probabilmente tra il IX e il IV sec. a. C. e ritenuto il maggior esponente del Raja Yoga, negli Yogasutra definisce la regressione pratiprasavah (riassorbimento, nascita a ritroso). Secondo la scuola di pensiero a lui ispirata la regressione a vite precedenti sarebbe in grado di eliminare il karma accumulato nei samskara (impressioni coscienziali) durante esistenze precedenti.

Come si pratica l'ipnosi regressiva

L'ipnosi regressiva è uno strumento della psicoterapia e come tale deve essere utilizzato. In primo luogo occorre depotenziare nel soggetto la relazione con l'ambiente esterno. Per far ciò, come afferma Milton Erickson, è necessario tramite una serie di suggestioni di stanchezza e di sopore portare il paziente ad una condizione di sonno profondo e riposante. Successivamente si induce il fenomeno chiamato "regressione". Milton Erickson intende con questo termine la capacità dei soggetti che abbiano ricevuto appropriate suggestioni e istruzioni di richiamare in vita ricordi, schemi comportamentali e abitudini di un periodo precedente che può giungere fino all'infanzia. I sostenitori della regressione a vite precedenti affermano invece che si possa retrocedere a tempi antecedenti la vita attuale. La liberazione (abreazione) e la rielaborazione dei contenuti emozionali favorirebbero il riequilibrio psicologico del soggetto.

Il fondamento e le critiche

L'ipnosi regressiva è considerata dalla maggior parte dei medici e più in generale dalla comunità scientifica una procedura metodologica pseudoscientifica che crea dei falsi ricordi. La critica afferma che la fonte dei ricordi, presentati come frutto di vite passate, siano racconti creati dal subconscio influenzato dalle informazioni e dai suggerimenti forniti dal terapeuta. I ricordi creati sotto ipnosi non sono distinguibili dai reali ricordi e possono apparire più vivi di quelli reali.

24 giugno 2009

Internal tangle / Groviglio interno

Between narrow roads that cross crevasses,
I found if by magic in a forest
where goblins and elves sang long stories of my land.
My eyes became gold and my words will resonate
in the hearts of people wanted to indulge their instincts without thinking not discern good from evil.
A gate closed, a key forgotten,
a place that remains secret to most.
Thus swallowed by this tangle of roads without border between asphalt and nature, placed in my country, I feel helped by countless forces that keep me up tirelessly and mostly effortless.
Sicilian port of people who rise to a simple encounter between very distant breeds, inexplicable union building, place of magic that makes all the love that has accumulated.






Tra strette strade che percorrono crepacci ,
mi trovai per incanto in un bosco dove gnomi e folletti cantavano
lunghe storie della mia terra. I miei occhi diventavano d'oro
e le mie parole risuonavano nei cuori delle persone che
volevano abbandonarsi ad i loro istinti senza pensare,
senza discernere il bene dal male.
Un cancello chiuso, una chiave dimenticata,
di un posto che resta segreto ai più.
Ingoiato così da questo groviglio di strade senza confine tra asfalto e natura,
inserito nella mia terra, mi sento aiutato da infinite forze che mi mantengono in piedi
senza sosta e soprattutto senza fatica.
Sicilia porto di popoli che si sollevano ad un semplice incontro tra razze molto lontane,
costruendo connubi inspiegabili, posto di magia che rende, tutto l'amore che ha accumulato.

03 giugno 2009

I laghi dell'anima / The lakes of the soul



.....è come se la mia anima,
rimanesse sul fondo di un lago
chiuso tra le pareti ripide
di monti innevati,
il vento soffia davvero forte......
la superficie si increspa
trema senza fare onde......
il vento lascia alle spalle le sponde
e una volta al centro comincia a vorticare......
mi sento scosso dallo sbattere delle
pinne dei pesci, che nuotano sotto la superficie.....
e mi toccano con i loro bargigli cercando sul fondo
qualcosa da mangiare........
......Tremo...... il freddo non mi fa resistere.....
......affiorando mi trascino le alghe dal fondo
e faccio diventare verde tutta la superficie....
rimango pochi instanti prendo una boccata
di felicità e mi inabisso nuovamente.......
I miei occhi cambiano di nuovo colore
si iniettano di sangue diventano rossi
e ricomincio a lottare senza tregua come un
uomo del passato che uccide chi si mette
davanti alla strada per ostargli i movimenti
ritorno a essere brutale ed insensato,
voglio sangue e battaglia,
voglio vita e speranza,
non voglio mai più tirar fuori l'anima
voglio diventare terribile, tremendo ed implacabile!
Non voglio più soffrire.

**********************************************

..... it is as if the soul ever,
remain on the bottom of a lake
closed between the steep walls of
snow-covered mountains,
the wind blows really strong
...... the surface ripples trema without waves ......
leaves the wind behind the banks
and once at the center begins to whirl ......
I feel shaken by the crash of fins of fish
that swim below the surface .....
and touch me with their wattles
looking at the bottom something to eat ........
I'm trembling ...... the cold does not make me to resist
...... I drag surfacing algae from the bottom
It becomes green ....
I remain a few instant I take a breath of happiness to me
and sinks again .......
My eyes change color again
injecting blood turn red
and again to fight relentlessly
as a man of the past that kills
who make front of the road
for the movement
return to be brutal and senseless,
I want blood and battle,
I want life and hope,
I do not want to never again bring out the soul
I want to become a terrible, terrible and merciless!
I do not want to suffer more.