Video

Then lets ride
Yeah all right, lets ride

Then lets ride
Yeah gonna ride
Lets right, all night

Then lets ride
Gonna ride
Lets ride, all night

He'd had would have tried!
(Oh!) He'd would have faced you!
All night long!
Then at last you've gone

He'd had would have tried!
(Oh!) He'd would have faced you!
All night long!
Then at last you've gone

He'd had would have tried!
(Oh!) He'd would have faced you!
All night long!
Then at last you've gone

He'd had would have tried!
(Oh!) He'd would have faced you!
All night long!
Then at last you've gone


22 marzo 2011

La Favola di un Addio Epilogo

La Principessa continuava ad aspettare il suo Principe... quando un bel giorno, in occasione delle feste che si svolgevano nel regno, lui arrivò all'improvviso. Sapeva che prima o dopo sarebbe venuto ma finché non l'avesse visto non avrebbe mai creduto ai suoi occhi. Era FELICE!!!!
Tutti intorno a lei si resero conto di quanto grande fosse il loro amore, lui era dolce e gentile, l'amava e si sentiva amato. Le diceva che desiderava vivere insieme a lei, la Principessa lo osservava... ogni tratto del suo viso... era bello... le sembrava un sogno....
Improvvisamente il principe si lasciò andare agli svaghi che la festa offriva... il suo umore cambiò... la sua persona si trasformò! Lei non avrebbe mai voluto assistere ad un suo scatenarsi... lei che lo amava tanto, era messa da parte!
La Principessa ebbe tanta paura... e iniziò a pensare alla sua favola che aveva avuto inizio così per caso, l'aveva scritta sul suo diario segreto, al quale aveva confidato il legame che aveva col suo principe lontano. Pochi giorni dopo rileggendola aveva notato che nel titolo si erano aggiunte le parole... "di un Addio"... chi era? cosa significava?
Capì... "l'addio era per lui"... non poteva permettergli di rovinarle ciò che stava costruendo!
Il Principe fu allontanato dal regno, lei quella notte non dormì, tremava e piangeva chiedendosi il perché il destino le avesse giocato questo brutto scherzo. Cercava di farsi forza, pensava alle carezze, ai baci e soprattutto alle promesse del giorno prima.
Il Principe presto le comunicò il suo dispiacere, nemmeno lui si spiegava un comportamento simile, si scusò... voleva vederla ma lei aveva ormai paura!
Volle aspettare, era triste, ma decise di incontrarlo qualche giorno dopo... lui l'aspettava, la desiderava...
Quando finalmente venne il giorno in cui la Principessa si decise a raggiungerlo per riabbracciarlo ancora una volta... arrivò una lettera... lei aveva già il suo bagaglio pronto... lesse la lettera... era il suo principe!
Le diceva di non partire in quanto doveva improvvisamente affrontare un lungo viaggio. Lei non l'aveva mai fermato nelle sue imprese... ma restò senza parole... dentro di sé iniziò nuovamente a sentirsi male e pensò a quella parola "ADDIO" ma non ebbe il coraggio di pronunciarla. Lo odiava, lo amava, non sapeva più quali fossero i suoi sentimenti... sicuramente tanta rabbia!
Decise di raggiungerlo lo stesso e durante il suo viaggio continuò a scrivere la sua FAVOLA...
Questa volta aprendo il suo diario scoprì un disegno all'interno: "un angelo custode" sicuramente uno dei bambini che si recavano a palazzo l'aveva messo di nascosto per farle una sorpresa. Fu FELICE questa volta e si sentiva protetta, l'angelo era sempre stato presente in tutti i momenti di difficoltà, ma anche dalla gente che la circondava e che le voleva bene!
Il Principe l'abbracciò forte e lei non gli permise più di abbandonarla...
Nella sua mente ripensò alla sua vita e immaginò un percorso in salita su enormi scaloni... quando aveva un problema, che le faceva fare un passo indietro, per recuperare, risaliva più in fretta le scale della vita e se il suo principe aveva difficoltà, non mostrava timore nel scendere per portarlo via con sé, ma se lui un giorno non ce l'avesse fatta lei sapeva bene che non sarebbe sprofondata... amava la vita... e non avrebbe mai permesso a nessuno di portargliela via!



1 commento:

Anonimo ha detto...

Una favola del medioevo...tanto misteriosa quanto profonda, emozionante. Il vero epilogo è tra le righe. Non basta leggerla una volta sola...ogni lettura..è una nuova scoperta.
Bellissima, è scritta col cuore magico di un principe...forse del medioevo.